Twitter Raffaele Conte Facebook Raffaele Conte Linkedin Raffaele Conte Youtube Raffaele Conte

Consigli per posizionare il tuo Sito Gratis

25-06-2019
Home » Blog » SEO » Consigli per posizionare il tuo Sito Gratis

Ora vedremo 12 Fondamentali Strategie SEO che in pochi seguono

Investire eccessivamente nelle keywords e poco, invece, nei contenuti.  Questo (e tanti altri) è uno dei principali errori strategici che commette chi si occupa di SEO.

Ecco invece quali sono i 12 punti chiave su cui bisognerebbe concentrarsi.

1 Meta Title e Meta Description

Anche le PMI che non hanno grandi budget a disposizione possono massimizzare le proprie strategie SEO, semplicemente ottimizzando i titoli delle pagine del proprio sito web e le meta description.
Il Title aiuta a posizionare la pagina web per una determinata tematica mentre la "description" contribuisce ad aumentare il tasso di “click” da parte degli utenti che svolgono una ricerca sul web.

consigli seo

2 Parole Chiave

Uno degli aspetti della SEO su cui le aziende prestano molta attenzione è riempire gli articoli ed il sito di "parole chiave".
Errore!
La keywords non vanno usate a sproposito (come spesso accade).
Uno degli errori più comuni, per esempio, consiste nel ricorrere a keywords di “riempimento”, dimenticando che i contenuti di un sito dovrebbero essere innanzitutto scritti per le persone.
Spesso, invece, ci si imbatte in articoli o post che, pur contenendo parole chiave appropriate al contesto, risultano, alla fine illeggibili per l’utente, che in questo modo è maggiormente propenso a cambiare fonte.
L’obiettivo principale di Google, quando si tratta di risultati di ricerca organici, è quello di fornire le migliori risposte alle domande degli utenti, quindi nell’utilizzo delle parole chiave bisogna prima di tutto entrare in empatia con chi sta dietro la tastiera del pc o dello smartphone.

3 Backlinks

Numerose indagini di ricerca hanno dimostrato che i backlinks rappresentano, ancora oggi, un fattore di ranking molto importante.
Tuttavia, molte aziende lo ignorano, preferendo puntare sull’estetica del proprio sito web e delle pagine social piuttosto di concentrarsi sui backlinks.
Costruire link, in effetti, è difficile (e francamente anche abbastanza noioso), però Google e altri motori di ricerca scoprono i siti web proprio grazie a loro. Senza link, ogni sito sarebbe una goccia nel mare, di cui nessuno noterebbe l’esistenza.

4 Comprare Link

Come abbiamo detto avere link al proprio sito è fondamentale, per questo motivo molte aziende cercano delle "scorciatoie", comprando migliaia di link da siti web di dubbia qualità al proprio sito.

Errore grave!

Uno dei peggiori disastri che si possono fare con un sito web è finire vittima di un’azione manuale da parte di Google o vittima di Google Penguin, perché questo potrebbe determinare la completa sparizione del sito dai risultati della ricerca.
Un altro errore è riferirsi a fonti scarsamente attendibili. Al contrario, bisogna intendere i link come raccomandazioni, allo stesso modo in cui si consiglia un locale o un hotel a un amico. Quando si hanno link “innaturali” sul proprio sito, invece, è altamente probabile che Google applichi un'azione manuale. Insomma: fare i furbi, su Google, ha vita breve e il gioco non vale la candela. Il rischio, infatti, è troppo alto e comporta il declassamento o addirittura la rimozione del sito.

Meglio non giocare d’azzardo in questo caso, no?

5 Contenuti

Come fare in modo che Google apprezzi di più i contenuti del tuo sito rispetto a quelli di un tuo competitor?
Facile: producendo contenuti di qualità, che si ricolleghino ad altri presenti nel tuo sito.
Spesso, invece, si tende a privilegiare la quantità rispetto alla qualità, con il risultato di avere siti infarciti di contenuti superficiali e, alla fine, poco interessanti per gli utenti.

6 Immagini . Tag Alt

Un suggerimento SEO che molte aziende faticano ad accogliere riguarda i dati delle immagini.
Per portare le persone sul tuo sito, non basta avere immagini belle: occorre anche che siano accompagnate dalle informazioni giuste, cioè quelle che possono apparire nei risultati di ricerca, da aggiungere nel tag alt.

7 Velocità di navigazione

Un importante fattore di posizionamento SEO che molte aziende sembrano trascurare riguarda la velocità di caricamento delle pagine web.
In realtà, esiste una correlazione tra il tempo in cui si caricano le pagine e il ranking di un sito su Google, quindi ottimizzare la velocità di caricamento è fondamentale per vedere il tuo sito tra i primi risultati di ricerca. Idealmente, una pagina web dovrebbe caricarsi in meno di tre secondi.

Vuoi verificare lo stato del tuo sito?

Utilizza lo strumento messo a disposizione da Google Lighthouse

google lighthouse

8 Design responsive

Con la diffusione di smartphone e tablet, anche i siti web hanno dovuto “modellarsi” per essere facilmente navigabili.
Progettare un sito con un design responsive, quindi, è fondamentale dal punto di vista della SEO.
Se il tuo sito mobile è lento, goffo e difficile da usare, infatti, gli utenti e i potenziali clienti si tireranno indietro e cercheranno informazioni altrove.
I motori di ricerca misurano questa attività e classificano le pagine web di conseguenza.

9 Architettura del sito

Molte aziende creano un sacco di contenuti ottimizzati per il SEO, ma dimenticano l'architettura del loro sito, che deve essere costruita per rendere più facile ai visitatori trovare il contenuto che interessa loro.
Una buona architettura del sito dirà a Google quali sono le pagine più importanti, quindi è necessario prestare molta attenzione a questo aspetto.

9 SEO locale

La SEO locale è sempre più importante, basti pensare che solo negli Stati Uniti, il 90% degli acquisti avviene in negozi fisici, e l'80% del reddito viene speso entro 20 miglia da casa.
Per questo è indispensabile investire nella cosiddetta economia click-to-brick, implementando le tattiche di SEO a livello locale, per esempio attraverso l’utilizzo di uno strumento sempre più diffuso come Google My Business, che permette di costruire un profilo locale dell’azienda, da aggiornare e monitorare costantemente, proprio come un account social.

google my business azienda

10 SEO tecnica

Tutti sanno che avere una buona SEO a livello tecnico aiuta a essere tra i primi risultati dei motori di ricerca, ma spesso le aziende dimenticano le parti meno “glamour” dell'ottimizzazione.
Già il fatto di accendere periodicamente Screaming Frog e assicurarsi che le tue nuove pagine siano ottimizzate per il mobile e che la tua sitemap sia aggiornata, può fare la differenza per il posizionamento del tuo sito su Google.

11 Analisi, test e misurazioni

Uno degli elementi più importanti di un solido approccio SEO riguarda gli aspetti di analisi, sperimentazione e misurazione dei risultati.

Una buona analisi della concorrenza, per esempio, ti aiuterà a capire cosa manca al tuo sito, permettendoti così di migliorarlo e renderlo più attraente per gli utenti.

Anche la misurazione del tasso di click-through rate (CTR) sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca è molto importante: Google, infatti, tiene conto del numero di click che un particolare sito sta ottenendo rispetto agli altri presenti sulla stessa pagina dei risultati di ricerca.
 

Il sito che ha il miglior CTR alla fine si muoverà verso l'alto rispetto agli altri semplicemente perché Google considera quel sito come il più rilevante rispetto alla query di ricerca digitata dall’utente.

analisi seo sito

12 Google Search Console

La Google Search Console è uno strumento SEO indispensabile per scoprire errori di scansione del crawler, problemi relativi ai rich snippet e alle pagine AMP, all’indicizzazione di siti e blog.
Anche in questo caso si tratta di uno strumento gratuito, per cui tutte le aziende possono utilizzarlo senza problema di Budget, semplicemente registrandosi da questo link 

google search console


Con questo prezioso SEO tool, puoi analizzare le query più interessanti, vedere dove il sito è posizionato e aumentare le visite sul sito migliorando i tag title e le meta description, in base alle ricerche degli utenti.

esempi parole chiave

 

Ora è il momento della domandona: Sicuro che con questi pochi consigli sarai tra i primi su Google? E Gratis?

 

Nessuno può garantire la prima posizione su Google, ma allo stesso tempo seguendo questi consigli potrai migliorare il posizionamento del tuo sito web soprattutto in mercati di settore e nel caso in cui l'azienda abbia una sua notorietà e il sito web una sua storicità.

Nel caso di un'Azienda appena nata, con un sito nuovo, con un dominio senza uno storico e/o di un settore ultra competitivo, non potrai aspettarti miracoli.
Anche in questo caso, comunque si tratta di ottimi consigli da seguire, dato che sono la condizione necessaria anche se non sufficiente per essere su Google.

Posso posizionarmi su Google Gratis?

Bisogna capire cosa si intende per Gratis.
Se vuol dire la possibilità di agire in autonomia utilizzando il proprio tempo senza rivolgersi ad un consulente seo o ad un'Agenzia SEO,  la risposa è si, soprattutto dopo aver frequentato un corso seo base.

Ma, per alcune aziende il tempo ha un valore inestimabile e risulta essere molto più conveniente e performante pagare un consulente che organizzarsi autonomamente.

Se voglio pitturare casa posso farlo da solo e può essere conveniente se il mio guadagno orario è inferiore a quello di un pittore.
Nel caso in cui il mio lavoro mi consente un guadagno orario superiore a quello di un pittore sarà più economico rivolgersi ad un professionista, considerando anche che lui farà in 1 ora di lavoro quello che io impiegherei 3-4 ore.

BG Nuvola
Razzo

Fai Decollare il tuo Business!

Contattami e Richiedi una Consulenza Web personalizzata.
Scopri come aumentare le visite al tuo sito web e come ricevere più contatti!

Contattami